24/01/2015
Al via la partnership tra ACI e Fiat Chrysler Automobiles

Da oggi FCA Italy e Automobile Club d'Italia sono partner per sviluppare insieme una serie di attività rivolte agli automobilisti e in particolare ai soci e ai dipendenti dell'Aci e inoltre alle rete di autoscuole del circuito Ready2Go. L'accordo è stato raggiunto da Angelo Sticchi Damiani (presidente dell'ACI) e da Alfredo Altavilla (COO di FCA per la Region EMEA), nell'ambito delle attività di celebrazione dei 110 anni dell'Automobile Club d'Italia, i cui partecipanti hanno potuto ammirare, davanti a Palazzo Madama di Torino, le ultime novità Fiat e Jeep appena lanciate sul mercato: 500X e Renegade, i due nuovi modelli prodotti in Italia nello stabilimento di Melfi ed esportati in tutto il mondo.

La collaborazione prevede una serie di convenzioni. La prima è dedicata ai soci del Club (circa 1 milione di famiglie associate) che potranno usufruire inizialmente di una promozione straordinaria riservata all'acquisto dell'Alfa Romeo Giulietta.

Un'altra opportunità è la possibilità per circa 4 mila dipendenti dell'ACI di acquistare le vetture dei marchi di Fiat Chrysler Automobiles con offerte esclusive e particolarmente vantaggiose.

Infine, è stata predisposta anche un'offerta ad hoc sui modelli di Fiat Chrysler Automobiles predisposti per l'uso nelle autoscuole del circuito Ready2Go dell'ACI.  La rete di autoscuole utilizza una metodologia didattica che integra la preparazione tradizionale con moduli teorici e prove pratiche, con istruttori formati al Centro di Guida Sicura di Vallelunga.

Sono poi numerosi i progetti in fase di messa a punto che permetteranno ai soci ACI e ai possessori di vetture della gamma FCA di usufruire di interessanti opportunità maturate dalle competenze dei due partner.

In occasione dell'incontro, Altavilla ha affermato che "nell'attuale scenario competitivo, caratterizzato da un mercato che dà soltanto timidi cenni di ripresa, l'accordo con l'ACI acquisisce un valore strategico molto importante in Italia. Poter contare sul bacino di soci e dipendenti del club è un'opportunità che FCA intende utilizzare a fondo per far conoscere meglio le tante novità di prodotto che stiamo lanciando sul mercato".

Sticchi Damiani ha dichiarato: "Forte di 110 anni di storia a servizio della mobilità, l'Automobile Club d'Italia rinsalda il legame con il costruttore nazionale di veicoli offrendo agli italiani - e ai soci ACI in particolare - vantaggi e facilitazioni che produrranno benefici all'economia, alla sicurezza stradale e all'ambiente. L'accordo tra ACI e FCA introduce nuovi standard nel settore automotive che forniranno un forte impulso per il consolidamento della domanda".